Ti trovi in:  HOME » LA RICERCA | La Ricerca

La Ricerca al Gaslini

 

Profe. MartiniDal 1 marzo 2016 ho avuto l’onore di succedere, come direttore scientifico di questo prestigioso Istituto, ad una grande scienziato ed amico, il Prof Lorenzo Moretta. Durante i suoi tre mandati il prof Moretta ha contribuito in maniera assai importante a incrementare la produzione scientifica dell’Istituto e ad attrarre al Gaslini valenti ricercatori. Anche durante il 2015 il Gaslini si è mantenuto su alti livelli sia per il numero sia per la qualità delle pubblicazioni. Qualità anche testimoniata dal fatto che l’Istituto annovera ben 38 “Top Italian Scientists” , cioè ricercatori che hanno un H-index superiore a 30, valore considerato da VIA Academy come livello di eccellenza. Il bilancio della ricerca anche per lo scorso anno può considerarsi quindi positivo.
Come disse lo stesso Gerolamo Gaslini, fin dal momento della fondazione dell’ospedale, la ricerca rappresenta la base della qualità dell’assistenza.  In particolare al Gaslini spesso giungono patologie che non hanno trovato un inquadramento in altre strutture pediatriche e che, se da un lato costituiscono un importante, e spesso non riconosciuto, costo per la complessità degli esami ed il tempo che richiedono, dall’altro rappresentano un materiale prezioso per l’identificazione di nuove malattie e della loro base genetica, identificazione che a sua volta può portare alla scoperta di nuovi meccanismi patogenetici e di nuove, terapie mirate.
Si profilano tuttavia nel prossimo futuro anche numerosi nuovi problemi. Innanzitutto la necessità di un ricambio generazionale, che riguarderà vari settori dell’Istituto e che sarà necessario sapere affrontare per tempo. Anche l’innovazione tecnologica, che si fa sempre più rapida e complessa, impone nuove soluzioni.  La ricerca in un Istituto come il nostro deve di necessità essere di tipo traslazionale. La genomica, la proteomica, la metabolomica, la bioinformatica, la biologia dei sistemi rappresentano ormai strumenti essenziali per la comprensione delle malattie e per una terapia che in futuro sarà sempre più individualizzata. La complessità delle tecniche, l’enorme mole dei dati generati, il costo e la molteplicità degli strumenti richiesti e la loro rapida evoluzione richiedono sempre più una stretta collaborazione tra settori di diverse competenze e tra differenti istituzioni al fine di abbattere i costi e migliorare la competitività internazionale.
Per questo la ricerca del Gaslini dovrà integrarsi sempre più strettamente con tutte le eccellenze (liguri e di altre regioni) che si occupano di ricerca in biologia e medicina. Sarà inoltre necessario, al fine di contenere le spese e migliorare la funzionalità, riunire in uno stesso edificio tutti i laboratori di ricerca dell’Istituto. L’ideale sarebbe che questo avvenisse al di fuori delle mura dell’ospedale in un contesto edilizio che, in prospettiva, permettesse la presenza anche di altri centri di eccellenza liguri. Un studio di fattibilità in tal senso è attualmente in corso.
Vi è in progetto anche di intensificare le attività formative in collaborazione con il Cisef, la splendida struttura nata alcuni anni fa dalla collaborazione tra Fondazione e Istituto Gaslini.  Questa collaborazione  è assai preziosa non solo per la formazione interna ma anche per meglio fare conoscere le più qualificate attività, cliniche e di ricerca, che si svolgono all’interno del Gaslini e migliorare l’interazione  e la reciproca conoscenza tra il Gaslini e la pediatria ospedaliera e di libera scelta.
In conclusione, pur essendo la ricerca ben viva all’interno del Gaslini è necessario intraprendere rapidamente delle nuove iniziative che garantiscano, oltre al ricambio generazionale, il mantenimento di una forte competitività internazionale.

Prof Alberto Martini
Direttore Scientifico

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (6212 valutazioni)